L’ESPERIENZA DI SAVONA

Non è facile trovare buone notizie nell’anno che si sta chiudendo. Abbiamo imparato nuove modalità di agire e relazionarsi. Per noi (e immaginiamo per molti) è stato l’anno della consapevolezza, su molti fronti.

Tra le nostre esperienze rilevanti del 2020 c’è quella di Savona. Abbiamo per lungo tempo progettato (e poi realizzato) una struttura sanitaria che potesse accogliere nel miglior modo possibile 100 anziani. In ogni momento dell’iter progettuale e realizzativo, abbiamo pensato a loro e a come avrebbero vissuto i nuovi spazi fronte mare, generati dal nostro lavoro. Un progetto complesso di ristrutturazione e recupero di un edificio anni ’30, con relativo consistente ampliamento.  

Poi, appena completata e inaugurata, la struttura è diventata (in piena emergenza) Centro Covid, uno dei più importanti del ponente ligure per i pazienti usciti dalle terapie intensive. Così, di quegli spazi, hanno potuto inaspettatamente usufruire utenti prevalentemente giovani, ai quali speriamo di aver garantito adeguata degenza.

La speranza per il 2021 è che la nostra struttura torni ad essere quello per cui era nata e che possa accogliere i 100 anziani che per lungo tempo la stavano aspettando e probabilmente desiderando.

Share your thoughts